Ti piace il nostro blog? Clicca "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook!

Visita la sezione delle foto dei fans!

Hai oggetti da vendere? Visita il nostro mercatino!

Visitaci ogni lunedì per la rubrica: Lunedì Film!

Visitaci ogni mercoledì per la rubrica: Le pubblicità di Topolino!

Visitaci ogni domenica per la rubrica: Il video della domenica!

domenica 29 marzo 2015

Il video della Domenica: Non Me La Menare - 883 (1991)

domenica 22 marzo 2015

Il video della Domenica: Liquido - Narcotic (1997)

domenica 15 marzo 2015

Il video della Domenica: Velvet - Boy Band (2001)

giovedì 12 marzo 2015

Giocovedì: I Versacchiosi

Ve li ricordate i Versacchiosi?

Forse il nome non vi dice molto, o forse sì. Io li ricordo bene, anche se non ne ho mai avuti.

I Versacchiosi erano delle testoline di gomma prodotte nei primi anni 90 da Giochi Preziosi, grandi quanto un pugno, che se veniva premuto un pulsante sulla loro base facevano dei versi strani o fastidiosi, in base al modello.

C'erano 6 tipi differenti di teste, ognuna con un suo verso legato al proprio nome (non c'è bisogno che li spieghi singolarmente, vero?): Ghignoso, Vomitoso, Pernacchioso, Ruttoso, Bacioso e Urloso.

Penso che alla lunga potessero essere davvero fastidiosi per gli adulti.. ma chissà i bambini che li hanno avuti quanto si sono divertiti ad infastidire la gente con questi rumori (chi di noi non s'è divertito a carnevale con il Whoopee Cushion da piccolo?)

Una cosa da notare è che sulle pubblicità di Topolino dei Versacchiosi, i nomi di Ruttoso e Vomitoso sono stati volontariamente omessi... forse troppo "volgari" per un pubblico di giovane età?
Guardate voi stessi:


Oltre ai 6 modelli base, c'erano anche versioni particolari: quella del Gabibbo, con le sue frasi celebri tipo "Mea, besugo" o "Ti spacco la faccia"; e quelli delle Tartarughe Ninja, con frasi del tipo "Ciao amico, dove vai?" o "Ma che faccia da pizza, ah ah!", Ecco qui sotto alcune foto:



Di certo quella del Gabibbo, e un paio dei Ninja Turtles (di cui ormai saprete tutti sono stato un grande fan ai tempi d'oro), non mi dispiacerebbe averli ora.

Non ho nient'altro da aggiungere al "cassetto" di questo ricordo, ma come di consueto vi lascio con la pubblicità dell'epoca:


Alla prossima, e buon Giocovedì a tutti!

lunedì 9 marzo 2015

Lunedì Film: Weekend con il Morto.

Lo so. E' un film sciocco.
Ma vi sembra per caso un posto serio questo?
Weekend con il morto (Weekend at Bernie's) a me ha sempre fatto molto ridere ( e sono consapevole di avere uno strano senso dell'humor). Lo ricordate? No?!

Breve trama:
Bernie Lomax è a capo di una compagnia di assicurazioni ma è anche un gran truffatore. Richard e Larry, lavorano per lui e scoprono che la società ha subito una notevole truffa.
Vengono invitati dal loro capo nella sua villa al mare, per passare lì il weekend e discutere della faccenda (di cui è l'artefice), e mettere a tacere i due giovani eliminandoli del tutto.
Bernie chiede al suo complice -Vito- di sistemare la cosa, ma in realtà Vito dice al killer di lasciar stare i ragazzi e far fuori Lomax direttamente (aveva scoperto che la sua donna, lo aveva tradito con lui).
La morte di Bernie doveva sembrare naturale, così il killer gli inietta della droga.
All'arrivo di Richard e Larry alla tenuta, lo trovano già morto, ma pensano sia una morte accidentale.
Indecisi sul chiamare o no la polizia, i due decidono di far finta di niente, e si comportano come se fosse ancora vivo.
Lo trascinano in giro in barca, in spiaggia, e risultano così tanto convincenti da mandare in confusione il killer, che per tutto il resto del film cercherà di uccidere Bernie, di nuovo.
Chiaramente succede anche altro, ma preferisco fermarmi qui, credo di aver già detto troppo. ^___^"

Se volete sapere come va a finire cercate di vederlo, so per certo che è reperibile ancora.
Altrimenti attendete qualche mese, quando inizierà a fare più caldo, ve lo ritroverete davanti facendo zapping su italia uno quasi sicuramente ( io ogni volta lo rivedo, ma solo perché adoravo Andrew Mc Carthy ^^").


Vi lascio con il trailer italiano (credo sia stato ripreso da qualche videocassetta <3).
Al prossimo Post!

domenica 8 marzo 2015

Il video della Domenica: The Cranberries - Zombie (1994)

giovedì 5 marzo 2015

Giocovedì: Barbie Rockers / Rockstar

Ricordate Jam? La "cantante, bella e stravagante che balla il rock 'n roll?"
Bene, a quanto pare sta per uscire la versione cinematografica, del cartone animato anni 80.
Se non sapete di cosa sto parlando, o non vi torna in mente,  questa sigla vi chiarificherà le idee:


A me, questa cosa del film, non piace per niente. Come ho già detto in diversi post, i remake o le trasposizioni sono sempre "MEEEH"* - tolto qualche raro caso -. 

Ma in realtà il tema di questo post non era Jem.
E lo so che ora - soprattutto chi vedeva il cartone- non riuscite a togliervi la sigla dalla testa, ma era una cosa necessaria.
Oggi volevo parlare di una sua simile:  BARBIE ROCKERS.
Che da noi è diventata inspiegabilmente "ROCKSTARS".

Per gran parte dell' infanzia, per me, queste due tizie erano la stessa cosa (anche se Jam aveva i capelli palesemente rosa). Ed era chiaro che non lo erano, visto che Jem - e le Hologram- avevano le loro favolose versioni in bambola, che io non ho visto mai.
Comunque non si somigliavano nemmeno, in comune avevano solo la faccenda musicale. ^^"


Era un periodo in cui era tutto "ROCK", come vi dicevo tempo fa di Ciccio Bello Rock.
Che poi, visto che siamo grosso modo tutti coetanei, sarà capitato anche a voi, per carnevale, di aver provato il brivido nel mascherarsi da "Punk" con catene, disegni sul viso (e di questa cosa ancora non riesco a darmi spiegazioni) e pantaloni strappati, sono quasi sicura. Ma torniamo alla protagonista del post... 

Barbie Rockers era in vendita con una cassetta audio, come dice la pubblicità qui al lato "contenente i successi Rock del momento" (e stiamo parlando del 1987/89, circa).
Così su due piedi, ricordo ci fossero i Duran Duran, ma anche Joe Cocker, appena mi ricapiterà sotto mano la cassetta ( che  ho da qualche parte) vi aggiornerò il post, promesso.

Lei, era vestita in maniera ambigua, ma assolutamente conforme all'epoca/contesto.
Aveva i capelli cotonati ed una specie di fascia pelosa fuxia in testa. Trucco pesantello. Orecchini giganti e braccialetti tondi e gommosi coordinati al vestito, che spaziava dal bianco candido/fuxia/viola ovviamente con mucchi e mucchi di glitter.
Nelle foto che si trovano in giro, ho avuto modo di costatare che ne esistevano diverse versioni (la mia non aveva il top argentato, per dire). Non riesco a ricordare se, nella confezione c'erano abiti alternativi, ma di sicuro c'era un microfono.
Anche perché lei , di base era la cantante di un gruppo, che con molta fantasia era chiamato "Barbie & The Rockers", ed era composto dai suoi soliti amici, che però per l'occasione hanno dei nomi d'arte: Derek, Diva, Dana e Dee Dee...tutti con la D, si, tranne Barbie che è rimasta Barbie.

Nel caso della mia Barbie, comunque, la sua carrierra Rock, è stata interrotta presto.
S'era invaghita del papà della famiglia cuore (vi ricordo che, per un periodo abbastanza lungo, è stato l'unico Ken in mio possesso) e aveva deciso di smettere di cantare e fare una vita tranquilla.

Vi lascio con una loro foto di gruppo e non fatevi inquietare troppo dal capello di Derek.
Attendo ovviamente i vostri ricordi e/o commenti, qui sotto!
Al prossimo post! ;)

*(Disappunto così estremo, da non avere le parole.)


domenica 1 marzo 2015

Il video della Domenica: Bananarama - Venus (1986)