Ti piace il nostro blog? Clicca "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook!

Visita la sezione delle foto dei fans!

Hai oggetti da vendere? Visita il nostro mercatino!

Visitaci ogni lunedì per la rubrica: Lunedì Film!

Visitaci ogni mercoledì per la rubrica: Le pubblicità di Topolino!

Visitaci ogni domenica per la rubrica: Il video della domenica!

domenica 25 gennaio 2015

Il video della Domenica: Blur - Girls And Boys (1994)

venerdì 23 gennaio 2015

Le Bambole di Carta - Paper Dolls

E' un po' di tempo che non faccio post da "donnine" e devo recuperare.

Oggi vi parlo di "Bambole di Carta" dette anche "Paper Dolls",  che mi piace di più.
Si tratta di una figura, generalmente di donna, da ritagiare  con vari capi di abbigliamento a parte, in genere sullo stesso foglio, ritagliabili.
Gli abiti si possono applicare sulla figura tramite delle alette di carta. In genere, la figurina ha anche una sorta di piedistallo, sempre di carta.
Super economico ed incantevole, questo tipo di gioco esiste grosso modo da quando esiste la carta e resta, secondo me, uno dei giochi più belli di sempre ( mooooolto prima di Gira la Moda, eh).
Sono due le cose essenziali da avere: la pazienza di ritagliare, e la fantasia per fare abbinamenti di abiti/accessori, non serve altro.

Si può anche disegnare tutto  da zero, anche se negli ultimi tempi volendo, online, si può trovare il mondo (come qui, per esempio) e si può salvare, stampare e ritagliare.

Ce ne sono di diverse versioni, di diverse epoche, e di personaggi diversi...dalle Pin-up alle Barbie ( ma anche orsetti e coniglietti, per dire).
Quando ero più piccola adoravo soprattutto questo genere di giochi. Questa cosa del ritagliare mi è sempre piaciuta moltissimo (e non avete idea di quanto mi sia rimasta ^^")

Ve le ricordate?

A proposito di moda, e bamboline da vestire, mi è tornato alla mente anche un altro gioco, di cui però non ricordo il nome, magari qualcuna di voi ha la memoria migliore della mia...
Non è distante da gira la moda né dalle Paper Dolls, come concetto.
Erano fatte a rilievo e  dovevano essere rivestite con  diversi tipi di tessuti.
Poi si chiudeva la figura con un piccolo pannello sagomato, che faceva rimanere in evidenza solo la forma della donnina...il risultato finale era tipo questo:


C'erano anche accessori, come borse, cappelli e scarpe si potevano applicare tramite dei forellini. Il gioco finiva lì, ma ricordo che nella confezione c'erano svariati tipi di stoffe...insomma gli abbinamenti erano moltissimi.
Qualcuno di voi ne ricorda il nome? (ditemi di si!)

Vi rinnovo l'invito a lasciare i vostri  ricordi, considerazioni ma anche insulti, volendo.. :P nei commenti, qui sotto.
Vi auguro un Buon Week-End!
Al prossimo post!!! ^_^"

domenica 18 gennaio 2015

Il video della Domenica: Gianluca Grignani - La Fabbrica di Plastica (1996)

lunedì 12 gennaio 2015

Lunedì Film: Senti chi parla 1, 2 e Adesso!

Ve la ricordate la trilogia di Senti chi parla?

Io quand'ero bambino li guardavo molto spesso (anche perché li avevo registrati tutti e 3 su videocassetta), e mi faceva troppo ridere il mondo visto dagli occhi di un neonato :P

Per chi non avesse mai visto questi film, "Senti chi parla" ("Look who's talking" nella versione originale, 1989) narra di un bambino appena nato, Mickey, di cui possiamo sentire il pensiero tramite la voce di Paolo Villaggio (in originale Bruce Willis).

La madre Mollie, giovane donna in carriera interpretata da Kirstie Alley, lo ha avuto da un rapporto occasionale (anche se dirà di aver fatto l'inseminazione artificiale)... ed entrerà in simpatia (più il bambino che lei) con l'autista del taxi che l'ha accompagnata in ospedale, James (un giovane John Travolta), che si troverà spesso a fare da baby sitter a Mickey. La simpatia diventerà poi qualcosa in più, e i tre formeranno una famiglia.

Nel secondo film ("Senti chi parla 2", 1990) fa la sua entrata in scena la sorellina appena nata di Mickey, Julie (doppiata da Anna Mazzamauro); mentre nel terzo ("Senti chi parla adesso!", 1993), in cui i bambini sono ormai cresciuti, entrano a far parte della famiglia due cani: Scag (Renato Pozzetto) e Dalila (Monica Vitti),

Come si è capito i tre film sono incentrati proprio sui pensieri dei bambini e dei cani in relazione alle bizzarre vicende che si verificano all'interno della famiglia Ubriacco.

Vi consiglio caldamente di rivedere tutti e 3 i film... io mi ci sono sempre divertito tantissimo.

Vi lascio uno spezzone di film, la scena dei popcorn:



Alla prossima, stay tuned :D

domenica 11 gennaio 2015

lunedì 5 gennaio 2015

Lunedì film: Da Grande (1987)

( Ho appreso questa mattina, che nella notte se n'è andato anche Pino Daniele, grande dispiacere ovviamente. I post da necrologio non sono il mio forte, per tanto ho deciso di non farne più, sapevatelo.  Di seguito, il post che era in programmazione. )

------------------

Chi di voi, da piccolo, non ha mai desiderato di diventare grande di colpo -specialmente nei momenti di rabbia-?
A me, è capitato un sacco di volte, proprio come adesso molto spesso vorrei poter tornare ad avere cinque anni tranquillamente.

A proposito di questo, mi è tornato in mente il film con Renato Pozzetto, "Da Grande" (di cui esiste anche una versione Americana, con Tom Hanks, titolata Big ), nel quale un bambino di otto anni nel giorno del suo compleanno, sentendosi trascurato dalla sua famiglia (perché non gli avevano regalato il grande Lego!), esprime il desiderio di diventare grande.
Si risveglia adulto,  per poi scoprire che non è una cosa facile essere grandi e voler tornare indietro, ma non senza aver affrontato prima prove e situazioni bizzarre (si ritroverà anche a fare il babysitter, per esempio).

Lo ricordate?
Io molto bene, soprattutto la faccenda dei Lego.
Vi lascio un mix di scene divertenti tratte dal film :) :




domenica 4 gennaio 2015

venerdì 2 gennaio 2015

Anno nuovo, Jeeg atterra in edicola!

Jeeg va, cuore e acciaio...

Ebbene sì, ragazzi...

Dopo Ufo Robot Goldrake un'altra delle grandi opere del maestro Go Nagai, Jeeg il robot d'acciaio (Kotetsu Jeeg no Uta nella versione originale), arriva in edicola col Corriere della Sera e la Gazzetta dello Sport in una edizione totalmente rimasterizzata in DVD.

Ogni uscita contiene 4 episodi con audio della versione storica italiana, audio originale giapponese e sigle italiane della prima messa in onda.

In più, tendo a precisare che sarà l'edizione integrale, con tanto di scene tagliate e, come già detto, totalmente ripulita sia nel video che nell'audio.

Le uscite previste sono 12, e la prima al prezzo di lancio di soli 1,99€!!
Approfittatene tutti (io sono già corso in edicola!).

Tutti i dettagli sull'opera potrete trovarli qui.

Non ho molto da aggiungere... ma nel frattempo gustatevi la sigla: