Ti piace il nostro blog? Clicca "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook!

Visita la sezione delle foto dei fans!

Hai oggetti da vendere? Visita il nostro mercatino!

Visitaci ogni lunedì per la rubrica: Lunedì Film!

Visitaci ogni mercoledì per la rubrica: Le pubblicità di Topolino!

Visitaci ogni domenica per la rubrica: Il video della domenica!

lunedì 30 giugno 2014

Post Lampo: Porta di Roma Live 2014

A quanto pare anche quest'anno tornano i concerti gatuiti nel piazzale del Centro Commerciale di Porta Di Roma,inizialmente volevo postarvi solo la data di Cristina D'avena & Gem Boy...ma poi ho realizzato che c'è anche Tony Hadley (Spandau Ballet <3) ed un sacco di altra gente...quindi niente, ho pensato che magari a qualcuno di voi interessa anche il resto...ecco!
In ogni caso, vi lascio le date qui sotto!
Buon inizio settimana Gente! ^______^ 


domenica 29 giugno 2014

Il Video della Domenica: Supergrass - Alright (1995)

venerdì 27 giugno 2014

Le Cards de "La Bella e La Bestia"

Qualche tempo fa vi avevo parlato delle figurine, o meglio degli album che avevo.
Devo mettere in chiaro, di nuovo, che io lo spirito del "collezionista" non cell'ho. 
Anche se, quando una cosa mi piaceva, cercavo di avere più cose possibili.

Quando uscì la Sirenetta per esempio, avevo la bambola (e non era una Barbie), il videogioco, l'album di figurine, e così via. Ma il peggio però doveva ancora venire.
E con l'arrivo de "La Bella e La Bestia" fu ancora peggio.

Mi piaceva troppo,e ho avuto modo di vedere che per le bimbette di adesso è ancora di moda.
E ho avuto anche modo di rivederlo - e più volte T^T" - e notare che ricordo ancora le canzoni, per dire. ^^"

Comunque oltre alla storia in se adoravo i personaggi, voglio dire, la teiera che parlava!!
Avevo i pupazzini di gomma, che oggi si chiamano "Action Figure", la Bestia-Ken che diventava il principe - ma non aveva un nome? era conosciuto solo col soprannome questo?-, e ricordo perfettamente di aver messo in croce mia madre per farmi cucire l'abito da "BELLE" per un carnevale.
E me ne andavo fiera in giro con un libro di Hemingway, un vestito celeste con sopra un grembiule bianco, un cestino  -vuoto- della frutta ed una coda orrenda.
Le altre sceglievano Cenerentola, La Bella Addormentata, Biancaneve…io, Belle. Notevole. =___=" 
Della bestia non v'era traccia, chiaramente.

Ma torniamo al punto, il top del top era avere l'album di figurine...

martedì 24 giugno 2014

Post Lampo: Dai la cera. Togli la cera.

Karate Kid ha compiuto 30 anni.
Già sono passati trentanni si.
Se siete anche voi tra quelli che hanno spalancato gli occhi e scosso la testa, sappiate che  no,  non ci sono errori di calcolo.
Per fortuna, o purtroppo.

Tolto questo preambolo, oggi  ho deciso di rivederlo.
Nonostante siano passati diversi anni dall'ultima volta che l'ho visto, la storia la ricordavo abbastanza bene.
Ma ho comunque scoperto di ricordare solo il primo, quello si.
Devo ammettere che rivederlo adesso, è stato molto molto divertente, oltre che inquietante.

Eviterò di mettere la trama, poiché dubito fortemente che ci sia tra di voi qualcuno che non l'ha visto mai.

Siete curiosi di sapere che fine hanno fatto i protagonisti ? Andate qui.
Vi lascio con questo video che riassume gli insegnamenti dell' indimenticato Maestro Miyagi: 



domenica 22 giugno 2014

venerdì 20 giugno 2014

Post Lampo: Non Solo Winner Taco.

Qualche tempo fa  parlavo del ritorno del Winner Taco.
Ci tenevo a dirvi che non è tornato da solo.
E non capisco perché non l'hanno detto in giro!
Io l'ho scoperto per caso...

Comunque, come potete vedere...a gran richiesta, tra i tanti, sono tornati anche:

Il Solero
Il freddolone
La coppa rica - e in entrambe le varianti-
Una pseudo coppa dei campioni....
e...IL PIEDONE!

E, su quest'ultimo, credevo di aver avuto le allucinazioni, vedendo un bambino che lo mangiava.
E invece no!

Quando la ritireranno fuori la Pantera Rosa?
Ce la potranno fare? ;)

Devo dire che questa scelta di ritirare fuori le "vecchie glorie" a me, in fondo in fondo, piace.
Lo sapevate già?
^________^


mercoledì 11 giugno 2014

domenica 8 giugno 2014

Il video della Domenica: DHAMM - Irene (1995)

sabato 7 giugno 2014

30 anni di Tetris!

Era il 6 giugno 1984 quando Aleksej Pažitnov ha inventato questo famosissimo videogioco di logica e ragionameno: il Tetris!

Tetris è una parola che nasce dalla fusione delle parole Tetramino (figura piana formata da 4 quadrati identici connessi tra loro) e Tennis.

Io non credo che ci sia bisogno di molte spiegazioni: credo che ognuno di voi abbia giocato almeno una volta nella vita a Tetris (soprattutto chi ha posseduto un Gameboy!)

Ma per chi di voi ne sa poco, eccovi una spiegazione:

I pezzi del Tetris sono i seguenti, e vengono chiamati rispettivamente I, J (o L rovesciata), L, O (o quadrato), S (o N rovesciata), T e Z (o N).


Il gioco consiste in uno schema in cui i tetramini sopracitati cadono giù dall'alto uno alla volta ed il compito del giocatore è ruotarli e/o muoverli in modo che creino una riga orizzontale di blocchi senza interruzioni. Quando la riga è stata creata, i mattoni spariscono e i pezzi sovrastanti, se ce ne sono, cadono a formare nuove linee. L'obiettivo è quello di fare più punti possibili prima che le righe non abbattute di mattoni arrivino fino in cima.

Tutti i pezzi possono completare righe singole o doppie; ma I, L, e J possono completare anche righe triple e solo la I può completare quattro righe simultaneamente. Se si riesce nell'intento di eliminare 4 righe insieme grazie ad I si ottiene un "tetris".

Alcune delle molte versioni di Tetris contengono più modalità di gioco. La più famosa (per me), quella del Game Boy, ha due modalità in giocatore singolo:

A-Type, in cui lo schermo inizialmente è vuoto, e il giocatore sceglie da che livello di difficoltà partire. La
velocità di caduta dei tetramini aumenta ogni 10 righe completate, e la partita termina quando i mattoncini raggiungono la sommità dello schermo. In questo caso lo scopo del gioco è arrivare a totalizzare il maggior numero possibile di punti.
B-Type, in cui la velocità di caduta dei mattoni è configurabile all'inizio della partita e resta costante per tutto
il suo svolgimento, ma in più sullo schermo apparirà anche un certo numero (configurabile anch'esso con un apposito parametro High) di righe già parzialmente riempite da quadratini sparsi, per rendere il gioco più difficile. In questo caso l'utente vince la partita se riesce a completare 25 righe senza che i mattoni raggiungano la parte alta dello schermo.

Poi c'è la modalità a due giocatori in cui è possibile giocare insieme ad un altro utente, collegando due Game Boy con un apposito cavo (modalità Link). Ognuno dei due giocatori, che vengono rappresentati rispettivamente da Mario e da suo fratello Luigi, gioca la sua partita, ma quando riesce a far sparire in un solo colpo due, tre o quattro righe, rispettivamente una, due o quattro righe parzialmente riempite appaiono in fondo al campo di gioco dell'avversario. In questo caso perde la partita chi fa arrivare i tetramini in alto sullo schermo.
Il gioco viene sempre accompagnato da una base musicale russa: il Tetris del Game Boy aveva la colonna sonora Korobeiniki.

Tanti auguri Tetris! Vi lascio con un video di una partita su Game Boy, accompagnata dalla sua mitica musichetta:

mercoledì 4 giugno 2014

L'estate, il tennis da spiaggia e...il gavettone!

E' arrivata l'estate!
Giugno è iniziato, le scuole stanno finendo, le t-shirt sono tornate e così anche i pantaloni corti.
Per me l'arrivo dell'estate, è scandito, dalle tende da sole.
Quando tornano a coprire terrazzi e finestre, è proprio arrivata.

E poi, iniziano a riempirsi le spiagge, specialmente nei fine settimana, fino a diventare affollate nei mesi più caldi.

Insomma, l'estate è arrivata e io volevo parlare di una cosa tipicamente estiva:
 i "Racchettoni" o meglio, il "tennis da spiaggia".

Da giocare in riva al mare, tra la gente che passeggia. Saltando tipo canguro, sulla sabbia bollente, e andare a recuperare -facendo figure terribili- la pallina che finisce sempre troppo lontano.

Io personalmente non ho mai tollerato il tennis, in generale, quello da spiaggia in particolare.
Prima di tutto, perché mi sono sempre ritrovata a giocarci in maniera "svantaggiata",
o con racchette enormi, o contro gente estremamente più alta di me, da piccola in particolar modo. Da adulta invece ho smesso del tutto di farlo, e resto del parere che, l'unica attività che uno deve fare in spiaggia è, al limite, il bagno in mare. Punto.

Però, c'è un però...

domenica 1 giugno 2014

Talk Talk - Such A Shame (1984)